LMS, la guida al sistema di management dell’apprendimento: cos’è e vantaggi

Quante volte ci siamo trovati di fronte a parole come e-learning, LMS, corsi e formazione online negli ultimi anni? Il trend dell’apprendimento sul web è in netto e costante aumento. I motivi sono molteplici: i sistemi di management dell’apprendimento consentono alle aziende di offrire ai propri dipendenti la modalità di rimanere aggiornati sui temi più importanti nel proprio settore. Allo stesso tempo, si consente agli utenti di ottenere nuove certificazioni e attestati per mostrare il proprio sapere le capacità. Approfondiamo il cosiddetto LMS – Learning Management System.

LMS, cos’è la piattaforma di management dell’apprendimento

Con un sistema di gestione dell’apprendimento, si aprono vari scenari che includono la possibilità di formare continuamente i dipendenti, ma anche gli utenti privati. Gestire un sito di corsi online non è facile: per questo motivo, possiamo trovare delle piattaforme estremamente utili, come LMS, che snellisce e ottimizza i tempi. 

In genere, LMS viene utilizzato più di frequente dalle aziende – sia grandi che piccole o medie – ma anche dagli utenti o dai freelancer. Alla base della piattaforma troviamo un obiettivo: garantire la formazione e l’apprendimento in modo totalmente autonomo e sul web.

Come funziona un LMS per gli utenti

L’insegnamento online ha sostituito la classica lezione in presenza? Non proprio. Semplicemente, ha aperto la strada a ulteriori ricerche, consentendo a tutti gli effetti una formazione continuativa nel tempo. Il funzionamento di un LMS è molto semplice in realtà, perché mette a disposizione tutti gli strumenti necessari per comunicare il proprio sapere online. 

  1. Fase di iscrizione: in questa fase l’utente può iscriversi alla piattaforma e scegliere in modo autonomo a quale corso iscriversi. Alternativamente, se la piattaforma è di proprietà aziendale, si erogano le lezioni previste per l’apprendimento; 
  2. Fase di avvicinamento: naturalmente, il settore e-learning è una “novità” per alcuni, ed è utile per contrastare l’analfabetismo digitale. Per questo motivo, c’è una fase in cui si comprendono i termini, la didattica a distanza, la frequenza dei corsi e si ha anche la possibilità di verificare le proprie competenze; 
  3. Fase di conoscimento: nonostante il corso sia online, non è vero che non c’è rapporto umano. Anzi, ogni corso ha una figura di riferimento, un docente, e a volte le lezioni vengono seguite in diretta, insieme ad altri studenti; 
  4. Fase di apprendimento: naturalmente, il punto focale della piattaforma LMS rimane l’insegnamento. Di conseguenza si inizierà a studiare, si visioneranno le lezioni – è possibile che alcune siano preregistrate – e si verrà a contatto con il materiale del corso.

Come funziona un LMS per gli amministratori

La piattaforma di Learning Management System si basa sull’offerta e sull’utilizzo. Abbiamo visto la parte dedicata agli utenti, agli studenti. Ma come funziona per gli amministratori? Quali sono le funzionalità di un LMS? Possiamo dividerle tra “base” e “avanzate”.

Alla base della piattaforma troviamo di certo la possibilità di gestire i corsi e gestire gli utenti. In realtà, c’è poi tutta la fase avanzata, in cui bisogna considerare la possibilità di integrare altri sistemi aziendali – uno fra tutti il CRM – la gestione della classe, la possibilità di ampliare i contenuti, di personalizzare ogni percorso formativo. 

Si può anche considerare di offrire la funzionalità Social Learning, per permettere agli utenti di interagire tra loro e avere maggiori possibilità di crescita. Con Mobile Learning, c’è la fruibilità dei corsi persino tramite lo smartphone. Per scoprire le varie funzionalità, è possibile approfondire ILIAS Piattaforma e-learning, tra le migliori open source attualmente sul mercato.

A chi serve la piattaforma LMS?

Nell’ambito del web e delle comunicazioni digitali, la piattaforma LMS può essere utile a tanti utenti. Dobbiamo suddividere gli amministratori dagli utenti; i primi sono coloro che a tutti gli effetti gestiscono la piattaforma, mentre i secondi la utilizzano con lo scopo di ampliare le proprie conoscenze. 

  • Le aziende: molte sono le imprese che nel corso degli ultimi tempi hanno scelto di creare una propria piattaforma e-learning, per caricare dei contenuti sempre interessanti e attuali per i propri dipendenti; 
  • I freelance: i liberi professionisti sono sempre a caccia delle ultime novità nel settore del lavoro. E per loro avere la possibilità di ricevere una formazione continua è essenziale; 
  • Le scuole e l’università: la piattaforma e-learning è diventata un punto di riferimento anche per le scuole, sia pubbliche che private, e per le università, oltre che per l’intero settore della formazione.

I vantaggi di un LMS

Abbiamo osservato a grandi linee le funzionalità dell’LMS, ma quali sono i vantaggi effettivi che si ottengono? Diversi, soprattutto se consideriamo l’esperienza tra utenti e amministratori. 

  • Per gli utenti: dal punto di vista dello studente, ci sono tanti vantaggi che non si possono ignorare. La lezione può essere seguita ovunque lo si desideri, si possono affinare le competenze, migliorare le performance sul posto di lavoro e acquisire nozioni sempre nuove; 
  • Per gli amministratori: la formazione è un aspetto quasi sempre costoso per le aziende, che nell’LMS trovano un alleato prezioso per ottimizzare sia i tempi che i costi effettivi. Tra l’altro, grazie alla piattaforma è possibile monitorare l’apprendimento dei propri dipendenti. Anche la retention di quest’ultimi sarà molto più elevata.
Torna su