Vacanze in Camper: qualche consiglio

Ebbene è arrivato il momento della tua prima vacanza in
camper ma non sai esattamente come muoverti? Non ti
preoccupare abbiamo preparato questo articolo proprio per
aiutarti a risolvere i dubbi più frequenti che possono avere i
camperisti meno esperti per poter partire con il tuo mezzo in
tutta tranquillità.
Buona lettura!

Acquistare o noleggiare?

Il mercato dei camper non è più quello di una volta ed ora non è
più necessario esserne proprietari per poter partire per le
vacanze.
Sono tante le compagnie tramite le quali noleggiare un camper
oppure un furgone camperizzato. E’ l’opzione perfetta se non
l’hai mai fatto prima oppure se vuoi testare vari mezzi differenti
per poi fare il salto ed acquistarne uno tutto tuo.

Scegliere il modello di camper adatto

La scelta del camper può essere molto varia. Si possono
utilizzare i classici camper che ti consentono di ospitare
generalmente fino a sei persone e sono equipaggiati con
cucina, salotto e bagno.
Questi hanno il grande vantaggio di essere dei veri e propri
appartamenti con le ruote pertanto sono sicuramente la
soluzione più comoda. Presentano però il grande limite di
impedire gli spostamenti in centri urbani e soprattutto il
parcheggio in stalli normali.

I furgoni camperizzati invece hanno il grande vantaggio di poter
essere utilizzati comodamente in città visto che hanno
dimensioni anche simili a quelle di un’auto ma perdono
sicuramente comfort a livello di spazi interni.

Attenzione al budget!

Sebbene fare le vacanze in camper ti consentirà di liberarti del
“problema” delle prenotazioni alberghiere, non significa che non
abbia i suoi costi.
Un camper consuma molto più di un’auto e spesso paga
pedaggi autostradali più cari rispetto alle normali vetture.
Inoltre a seconda della stagione è più complicato andare in
libera e si è costretti a pagare una piazzolla in un camper.
Il nostro consiglio è di pianificare le tappe per non incorrere in
sorprese “salate”.

Dispensa e frigoriferi

Se la tua idea è quella di viaggiare seguendo un percorso
piuttosto vario, sarà una buona idea fare i rifornimenti di cibo
prima di partire.
Anche se il tuo mezzo è equipaggiato con frigorifero e
ghiacciaia, ricorda che i camper lavorano con batterie a 12 volt.
Per questo motivo non è insolito che a causa dell’usura, del
calore o di qualche malfunzionamento si scarichino di colpo.
Se trasporti molto cibo il rischio collaterale è che le vettovaglie
vadano a male. Cerca quindi di fare la spesa acquistando
alimenti freschi che vanno in frigo ma anche una buona scorta
di prodotti che possano rimanere buoni anche fuori dal frigo
come snack, biscotti, qualcosa di inscatolato o in vetro.

Aerazione in estate

Questo è il consiglio che ogni camperista ha realmente bisogno.
Che si tratti di un furgone in lamiera o di un camper con
struttura in vetroresina, la sostanza non cambia: quando si è
fermi fa sempre caldo, soprattutto in estate indipendentemente
da dove si decida di parcheggiare.
Armati di ventilatore o installa un sistema di ricircolo dell’aria
per dormire notti tranquille. L’ideale sarebbe installare una
ventola in basso che tira dentro l’aria ed un più in alto che la
butti fuori.

Accessori fondamentali

A nostro avviso sono 3 le cose che non devono mai mancare a
bordo.
Un cavo per connettere la 220v quando ci si ferma nei camping
in modo da ricaricare le batterie e poter utilizzare tutti gli
elettrodomestici a bordo; un mini kit di pronto soccorso con
garze, disinfettante, un anti infiammatorio e qualcosa per la
dissenteria e, se si viaggia in estate, una mini lampada usb
antizanzare.

Conclusioni

Vada come vada, i primi viaggi in camper non saranno perfetti.
Per mancanza di esperienza e di praticità ci sarà sempre
qualcosa che manca o che avresti voluto portare con te.
L’importante è partire con lo spirito giusto, rilassarsi e godersi il
viaggio.

Torna su